Bianco Passito dell’Elba DOC

Bianco Passito dell’Elba DOC

bianco passitoOttenuto da uve Ansonica, Moscato, o Procanico e Vermentino da soli o congiuntamente per almeno il 70%; possono concorrere altre uve a bacca bianca autorizzate dalla regione Toscana fino ad un massimo del 30%. La resa massima delle uve in vino non deve superare il 35% riferito all’uva fresca. Le uve destinate alla produzione di Bianco passito dopo un’accurata cernita devono essere sottoposte ad un periodo minimo di 10 giorni di appassimento all’aria o in locali idonei, sino al raggiungimento di un contenuto zuccherino minimo del 30%.

Vigneti a forma di cordone speronato con una densità di allevamento minimo 4000 ceppi/Ha e una produzione max di uve per ettaro 70 q.li/Ha

Di colore da giallo paglierino all’ambrato; odore etereo, intenso e caratteristico; sapore armonico, vellutato. Titolo alcol vol. minimo:18% di cui almeno 12% svolto, acidità totale minima: 6 gr/l estratto non riduttore minimo 30 gr/l.