Penne in barca

Penne in barca

penne in barcaQuesta ricetta è entrata a far parte della tradizione gastronomica elbana nel primo dopoguerra. Fu inventata da Elbano Benassi, sindaco di Portoferraio del dopoguerra e pioniere della nascente industria turistica.

Ingredienti:

600 gr. di penne

30 gr. di burro

3 cucchiai di olio di oliva

1 cipolla media

3 spicchi d’aglio

1 peperoncino

500 gr di vongole fresche con il guscio

Mezzo bicchiere di vino bianco

300 grammi di besciamella

3 cucchiai di prezzemolo tritato

Sale

Preparazione:

Far rosolare nel burro e olio la cipolla, l’aglio e il peperoncino finemente tritati, aggiungere le vongole fresche ben sciacquate in acqua corrente, alle quali avremo fatto perdere la sabbia tenendole per un po’ di tempo in acqua e sale. Bagnare con il vino bianco e lasciarlo evaporare. Aggiungere la giusta quantità di sale per insaporire e unire la besciamella. Far cuocere 3 minuti e unirvi le penne cotte al dente, saltare i n padella e servire in tavola con una spolverata di prezzemolo tritato. Facoltativamente si può aggiungere un rosso d’uovo crudo a testa  facendo attenzione ad aggiungerlo all’ultimo momento per evitare che cuocendo diventi stracciatella.

Ricetta tratta da “Etologia Gastronomica delle Isole di Toscana” di Alvaro Claudi