Elba Rosato DOC

Elba Rosato DOC

elba rosatoL’Elba ha una grande tradizione di rosati, ottenuti principalmente da uve Sangiovese. Vino che veniva prodotto da consumare giovane specialmente fresco in estate. Abbinamenti gastronomici: antipasti di mare con salsa, minestre sia in brodo sia asciutte con salse rosse, omelettes e soufflé di verdure. Particolarmente adatto all’abbinamento con pietanze estive come la Panzanella all’elbana con tonnina e prosciutto e melone.

Solitamente attenuto dalla premitura delle uve rosse private del raspo, a cui segue una macerazione, generalmente a basse temperature, per 12-18 ore.
Viene quindi effettuata la separazione delle bucce e dei vinaccioli per mezzo della pressatura.
Il mosto così ottenuto segue una fermentazione a temperatura controllata e le successive operazioni di stabilizzazione sino all’imbottigliamento, che normalmente avviene nella primavera successiva alla vendemmia.

L’Elba rosato è ottenuto da uve Sangiovese minimo 60%. Possono concorrere altri vitigni a bacca rossa autorizzati, da soli o congiuntamente, fino ad un massimo del 40%, sono ammessi anche vitigni a bacca bianca autorizzati fino ad una massimo del 20%.

Vigneti  a forma di cordone speronato con densità di allevamento minimo 4000 ceppi/Ha e una
produzione max di uve per ettaro 80 q.li/Ha. Di colore rosato più o meno intenso; odore delicato, più o meno fruttato; sapore fresco, secco ed armonico. Titolo alcol vol. minimo:11%, acidità totale minima: 5 gr/l, estratto secco netto minimo 16 gr/l.