Polpo lesso

polpo lesso

Polpo lesso

336845

Ingredienti:

Un polpo di circa 1 kg.
Tre litri d’acqua
Sale circa 30 grammi
Peperoncino

Preparazione:

Salare l’acqua (tre volte la dose usata per la pasta) insaporirla con il peperoncino e portarla ad ebollizione. Tuffare il polpo per tre volte con l’aiuto di un forchettone per fargli prendere la forma di una margherita e infine immergerlo nell’acqua, far cuocere per circa mezz’ora. Spengere il fuoco e far riposare nella propria acqua di cottura per circa venti minuti ancora.

A Portoferraio si serve alla forchetta, ossia si infilzano le granfie con una forchetta e si mangia senza aggiungervi altro condimento. Volendo si può tagliare a pezzetti e condire con olio, limone, sale, prezzemolo e aglio.

L’uso di battere il polpo per intenerire le carni è da considerarsi più un rito propiziatorio di origini antichissime che una vera necessità. Infatti il polpo a causa delle sue sembianze è stato sempre considerato il simbolo del mostro marino per eccellenza e quindi battenfolo con un legno si simulava la lotta contro questa misteriosa forza della natura.

Ricetta tratta da “Zuppe e Stornelli” di Alvaro Claudi e Sergio Rossi